Corso Regionale A.I.G.O. Emilia Romagna Bologna 20/01/2018

L'evento è terminato

CORSO REGIONALE A.I.G.O. EMILIA ROMAGNA

PREVENZIONE IN GASTROENTEROLOGIA

SEGRETERIA SCIENTIFICA

Dott. Marco Di Marco

U.O. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Ospedale Infermi – Rimini

Tel. 0541 705028 – Email: dimarco20@virgilio.it

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Riviera Congressi

Via Flaminia, 134/N – 47923 Rimini
Tel. 0541 1830493 – Fax. 0541 1795045

E-mail: info@rivieracongressi.com
www.rivieracongressi.com

Provider:

Fondazione ISAL – Provider ID n. 988
Tcl. 0541 725166
E-mail: istitutoisal.rimini@fondaz1oneisal.it

ECM:

ECM 988 211970
Il Corso è accreditato per n° 100 partecipanti.

Con il patricinio di:

Razionale Scientifico

Uno dei principali obiettivi della medicina è diagnosticare una malattia il più precocemente possibile, garantire cioè una diagnosi tempestiva già dalle prime manifestazioni sintomatologiche. In alcuni casi, identificare una malattia prima che si manifesti clinicamente può salvare la vita, come è stato dimostrato, per esempio, per i tumori del colon-retto, della mammella e della cervice uterina.

Quando un paziente presenta un rischio aumentato per un certo tipo di tumore, a causa dell’età o di altre condizioni, i medici sono tenuti a impiegare tutti i mezzi diagnostici raccomandati per individuare questi tumori o i loro precursori. In assenza di sintomi, la diagnosi precoce fa quindi parte della buona pratica medica. Per alcune malattie rappresenta inoltre una vera e propria attività di prevenzione. Tuttavia, le persone che si rivolgono al proprio medico per eseguire un test o una indagine a scopo preventivo sono generalmente quelle più attente al rischio di cancro e più consapevoli dell’importanza della diagnosi precoce. È quindi inevitabile che diversi gruppi di cittadini non traggano beneficio dall’opportunità di una diagnosi precoce per la prevenzione oncologica sia per loro non-curanza ma anche, spesso. per difetto di comunicazione tra il medico e la popolazione stessa.

Stabilire un rapporto empatico con il cittadino, saper comunica con lui e spiegagli l’importanza della prevenzione oncologica come ulteriore opportunità di vita è un dovere per il medico e per chi si occupa di programmi di prevenzione. È stato dimostrato che si possono ottenere risultati più generalizzati grazie allo screening di popolazione; è altrettanto importante il concetto dell’auto-prevenzione che mette in atto una serie di interventi volti a favorire e mantenere lo stato di benessere attraverso una sana alimentazione ed un corretto stile di vita con l’obiettivo di evitare per quanto possibile l’insorgenza di malattie a livello di singolo individuo. E’ stato dimostrato, inoltre, come il programma di screening del colon retto non solo salva numerose vite umane, ma aumenta la sopravvivenza e la qualità della vita, divenendo una inevitabile e fondamentale componente della sanità pubblica.

In ambito gastroenterologico è indubbio come tutti i tumori considerati complessivamente costituiscano una delle principali cause di morte della popolazione generale; la storia naturale di alcuni di loro, però, può essere modificata da una corretta diagnosi precoce che anche se non può salvare una vita può comunque permettere di effettuare interventi meno distruttivi alleviando la sofferenza dei pazienti. Per raggiungere questi obiettivi, tuttavia è fondamentale mettere in atto dei processi che migliorino le capacità organizzative dei sistemi sanitari, la tecnologia e le conoscenze. Il convegno rivolto sia a specialisti di Gastroenterologia ma anche ad altre figure specialistiche si propone di chiarire gli aspetti epidemiologici delle singole neoplasie gastrointestinali con un’attenzione particolare ai precursori tumorali e alle strategie diagnostiche più efficaci ed innovative che spesso sono al centro della diagnosi precoce.

Fondamentale è capire quali sono gli stili di vita corretti e soprattutto come rendere la comunicazione più efficace. Particolarmente utile sarà in questo senso la partecipazione attiva di tutti gli esperti invitati per un confronto solido e costruttivo che possa aiutare a delineare delle linee di condotta condivise.

Apertura Evento
08:30 - 09:25

08:30 Apertura Segreteria / Registrazione dei partecipanti

09:00 Saluti e Presentazione del Corso. - Marco Di Marco

09:10 Perché prevenire? - Fantini Maria Pia

09:25 Cosa sta succedendo? - Stefano Ferretti

1° Sessione
0940 - 11:25

Presidente : Franco Bazzoli
Moderatori:: Fabio Fornari, Mauro Giovanardi

UPDATE SULLE NEOPLASIE GASTROINTESTINALI.QUALI I PRECURSORI?
09:40 Neoplasie esofagee. - Helga Bertani

09:55 Neoplasie gastriche. - Rocco Maurizio Zagari

10:10 Neoplasie bilio-pancreatiche. - Romano Sassatelli

10:25 Neoplasie epatiche. - Fabio Piscaglia

10:40 Neoplasie colo-rettali. - Luigi Ricciardiello

10:55 Discussione.

Intervengono: Alessandro Casadei, Alberto Merighi, Alessandro Mussetto, Chiara Racchini

11:25 Coffee Break.

2° Sessione
11:40 - 13:40

Presidente : Giuliano Bedogni
Moderatori:: Rita Conigliaro, Gianluigi De Angelis

TECNICHE ED INDAGINI IN TEMA DI PREVENZIONE
11:40 Colorazioni e dissezione sottomucosa. - Paolo Cecinato

11:55 Ecoendoscopia vie biliari e pancreas. - Vincenzo Mirante

12:10 Ecoendoscopia esofago, stomaco, colon. - Carlo Fabbri

12:25 Colangioscopia. - Marco Di Marco

FARMACI

12:40 Mesalazina nella retto colite ulcerosa. - Antonio Salzetta

12:55 Aspirina ed acido Ursodesossicolico. - Riccardo Sollmando

13:10 Discussione.

Intervengono: Mario Brancaccio, Angelo De Padova, Raffaele Manta, Alessandro Pezzoli

13:40 Lunch.

3° Sessione
16:15 - 16:40

Presidente : Enrico Roda
Moderatori:: Vincenzo Cennamo, Omero Triassi

I VARI PUNTI DI VISTA
14:40 Lo screening del cancro colo-rettale in E.R.: a che punto siamo? - Giuliana Sereni

14:55 L'aspetto nutrizionale, i geni, il metabolismo e la prevenzione. - Antonio Moschetta

15:10 I programmi di screening delle neoplasie mammarie. - Claudio Zamagni

15:25 Come migliorare l'impatto sulla popolazione: la comunicazione. - Agenzia Esclama (fuori accreditamento ECM)

13:10 Discussione.

Intervengono: Valentina Boarino, Francesco Ferrara, Alessandra Pirazzoli, Daniela Valpiani

Conclusione Evento
16:15 - 16:40

16:15 Conclusione del Corso e considerazioni finali. - Marco Di Marco

16:40 Compilazione del questionario ECM.

BAZZOLI FRANCO – Bologna

BEDOGNI GIULIANO – Reggio Emilia

BERTANI HELGA – Modena

BOARINO VALENTINA – Modena

BRANCACCIO MARIO – Ravenna

CASADEI ALESSANDRO – Forlì

CECINATO PAOLO – Reggio Emilia

CENNAMO VINCENZO – Bologna

CONIGLIARO RITA – Modena

DE ANGELIS GIANLUIGI – Parma

DE PADOVA ANGELO – Rimini

DI MARCO MARCO – Rimini

FABBRI CARLO – Bologna

FANTINI MARIA PIA – Bologna

FERRARA FRANCESCO – Bologna

FERRETTI STEFANO – Ferrara

FORNARI FABIO – Piacenza

GIOVANARDI MAURO – Rimini

MANTA RAFFAELE – Modena

MERIGHI ALBERTO – Modena

MIRANTE VINCENZO GIORGIO – Modena

MOSCHETTA ANTONIO – Bari

MUSSETTO ALESSANDRO – Ravenna

PEZZOLI ALESSANDRO – Ferrara

PIRAZZOLI ALESSANDRA – Imola

PISCAGLIA FABIO – Bologna

RACCHINI CHIARA – Ravenna

RICCIARDIELLO LUIGI – Bologna

RODA ENRICO – Bologna

SALZETTA ANTONIO – Ravenna

SASSATELLI ROMANO – Reggio Emilia

SERENI GIULIANA – Reggio Emilia

SOLIMANDO RICCARDO – Ferrara

TRIOSSI OMERO – Ravenna

VALPIANI DANIELA – Forlì

ZAGARI ROCCO MAURIZIO – Bologna

ZAMAGNI CLAUDIO – Bologna

COMPILA IL FORM DI ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALL'EVENTO

Ho letto e accetto la politica sulla privacy

+ SEGRETERIE

SEGRETERIA SCIENTIFICA

Dott. Marco Di Marco

U.O. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Ospedale Infermi – Rimini

Tel. 0541 705028 – Email: dimarco20@virgilio.it

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Riviera Congressi

Via Flaminia, 134/N – 47923 Rimini
Tel. 0541 1830493 – Fax. 0541 1795045

E-mail: info@rivieracongressi.com
www.rivieracongressi.com

Provider:

Fondazione ISAL – Provider ID n. 988
Tcl. 0541 725166
E-mail: istitutoisal.rimini@fondaz1oneisal.it

ECM:

ECM 988 211970
Il Corso è accreditato per n° 100 partecipanti.

Con il patricinio di:

Razionale Scientifico

Uno dei principali obiettivi della medicina è diagnosticare una malattia il più precocemente possibile, garantire cioè una diagnosi tempestiva già dalle prime manifestazioni sintomatologiche. In alcuni casi, identificare una malattia prima che si manifesti clinicamente può salvare la vita, come è stato dimostrato, per esempio, per i tumori del colon-retto, della mammella e della cervice uterina.

Quando un paziente presenta un rischio aumentato per un certo tipo di tumore, a causa dell’età o di altre condizioni, i medici sono tenuti a impiegare tutti i mezzi diagnostici raccomandati per individuare questi tumori o i loro precursori. In assenza di sintomi, la diagnosi precoce fa quindi parte della buona pratica medica. Per alcune malattie rappresenta inoltre una vera e propria attività di prevenzione. Tuttavia, le persone che si rivolgono al proprio medico per eseguire un test o una indagine a scopo preventivo sono generalmente quelle più attente al rischio di cancro e più consapevoli dell’importanza della diagnosi precoce. È quindi inevitabile che diversi gruppi di cittadini non traggano beneficio dall’opportunità di una diagnosi precoce per la prevenzione oncologica sia per loro non-curanza ma anche, spesso. per difetto di comunicazione tra il medico e la popolazione stessa.

Stabilire un rapporto empatico con il cittadino, saper comunica con lui e spiegagli l’importanza della prevenzione oncologica come ulteriore opportunità di vita è un dovere per il medico e per chi si occupa di programmi di prevenzione. È stato dimostrato che si possono ottenere risultati più generalizzati grazie allo screening di popolazione; è altrettanto importante il concetto dell’auto-prevenzione che mette in atto una serie di interventi volti a favorire e mantenere lo stato di benessere attraverso una sana alimentazione ed un corretto stile di vita con l’obiettivo di evitare per quanto possibile l’insorgenza di malattie a livello di singolo individuo. E’ stato dimostrato, inoltre, come il programma di screening del colon retto non solo salva numerose vite umane, ma aumenta la sopravvivenza e la qualità della vita, divenendo una inevitabile e fondamentale componente della sanità pubblica.

In ambito gastroenterologico è indubbio come tutti i tumori considerati complessivamente costituiscano una delle principali cause di morte della popolazione generale; la storia naturale di alcuni di loro, però, può essere modificata da una corretta diagnosi precoce che anche se non può salvare una vita può comunque permettere di effettuare interventi meno distruttivi alleviando la sofferenza dei pazienti. Per raggiungere questi obiettivi, tuttavia è fondamentale mettere in atto dei processi che migliorino le capacità organizzative dei sistemi sanitari, la tecnologia e le conoscenze. Il convegno rivolto sia a specialisti di Gastroenterologia ma anche ad altre figure specialistiche si propone di chiarire gli aspetti epidemiologici delle singole neoplasie gastrointestinali con un’attenzione particolare ai precursori tumorali e alle strategie diagnostiche più efficaci ed innovative che spesso sono al centro della diagnosi precoce.

Fondamentale è capire quali sono gli stili di vita corretti e soprattutto come rendere la comunicazione più efficace. Particolarmente utile sarà in questo senso la partecipazione attiva di tutti gli esperti invitati per un confronto solido e costruttivo che possa aiutare a delineare delle linee di condotta condivise.

+ PROGRAMMA
Apertura Evento
08:30 - 09:25

08:30 Apertura Segreteria / Registrazione dei partecipanti

09:00 Saluti e Presentazione del Corso. - Marco Di Marco

09:10 Perché prevenire? - Fantini Maria Pia

09:25 Cosa sta succedendo? - Stefano Ferretti

1° Sessione
0940 - 11:25

Presidente : Franco Bazzoli
Moderatori:: Fabio Fornari, Mauro Giovanardi

UPDATE SULLE NEOPLASIE GASTROINTESTINALI.QUALI I PRECURSORI?
09:40 Neoplasie esofagee. - Helga Bertani

09:55 Neoplasie gastriche. - Rocco Maurizio Zagari

10:10 Neoplasie bilio-pancreatiche. - Romano Sassatelli

10:25 Neoplasie epatiche. - Fabio Piscaglia

10:40 Neoplasie colo-rettali. - Luigi Ricciardiello

10:55 Discussione.

Intervengono: Alessandro Casadei, Alberto Merighi, Alessandro Mussetto, Chiara Racchini

11:25 Coffee Break.

2° Sessione
11:40 - 13:40

Presidente : Giuliano Bedogni
Moderatori:: Rita Conigliaro, Gianluigi De Angelis

TECNICHE ED INDAGINI IN TEMA DI PREVENZIONE
11:40 Colorazioni e dissezione sottomucosa. - Paolo Cecinato

11:55 Ecoendoscopia vie biliari e pancreas. - Vincenzo Mirante

12:10 Ecoendoscopia esofago, stomaco, colon. - Carlo Fabbri

12:25 Colangioscopia. - Marco Di Marco

FARMACI

12:40 Mesalazina nella retto colite ulcerosa. - Antonio Salzetta

12:55 Aspirina ed acido Ursodesossicolico. - Riccardo Sollmando

13:10 Discussione.

Intervengono: Mario Brancaccio, Angelo De Padova, Raffaele Manta, Alessandro Pezzoli

13:40 Lunch.

3° Sessione
16:15 - 16:40

Presidente : Enrico Roda
Moderatori:: Vincenzo Cennamo, Omero Triassi

I VARI PUNTI DI VISTA
14:40 Lo screening del cancro colo-rettale in E.R.: a che punto siamo? - Giuliana Sereni

14:55 L'aspetto nutrizionale, i geni, il metabolismo e la prevenzione. - Antonio Moschetta

15:10 I programmi di screening delle neoplasie mammarie. - Claudio Zamagni

15:25 Come migliorare l'impatto sulla popolazione: la comunicazione. - Agenzia Esclama (fuori accreditamento ECM)

13:10 Discussione.

Intervengono: Valentina Boarino, Francesco Ferrara, Alessandra Pirazzoli, Daniela Valpiani

Conclusione Evento
16:15 - 16:40

16:15 Conclusione del Corso e considerazioni finali. - Marco Di Marco

16:40 Compilazione del questionario ECM.

+ FACULTY

BAZZOLI FRANCO – Bologna

BEDOGNI GIULIANO – Reggio Emilia

BERTANI HELGA – Modena

BOARINO VALENTINA – Modena

BRANCACCIO MARIO – Ravenna

CASADEI ALESSANDRO – Forlì

CECINATO PAOLO – Reggio Emilia

CENNAMO VINCENZO – Bologna

CONIGLIARO RITA – Modena

DE ANGELIS GIANLUIGI – Parma

DE PADOVA ANGELO – Rimini

DI MARCO MARCO – Rimini

FABBRI CARLO – Bologna

FANTINI MARIA PIA – Bologna

FERRARA FRANCESCO – Bologna

FERRETTI STEFANO – Ferrara

FORNARI FABIO – Piacenza

GIOVANARDI MAURO – Rimini

MANTA RAFFAELE – Modena

MERIGHI ALBERTO – Modena

MIRANTE VINCENZO GIORGIO – Modena

MOSCHETTA ANTONIO – Bari

MUSSETTO ALESSANDRO – Ravenna

PEZZOLI ALESSANDRO – Ferrara

PIRAZZOLI ALESSANDRA – Imola

PISCAGLIA FABIO – Bologna

RACCHINI CHIARA – Ravenna

RICCIARDIELLO LUIGI – Bologna

RODA ENRICO – Bologna

SALZETTA ANTONIO – Ravenna

SASSATELLI ROMANO – Reggio Emilia

SERENI GIULIANA – Reggio Emilia

SOLIMANDO RICCARDO – Ferrara

TRIOSSI OMERO – Ravenna

VALPIANI DANIELA – Forlì

ZAGARI ROCCO MAURIZIO – Bologna

ZAMAGNI CLAUDIO – Bologna

+ DOWNLOAD
+ ISCRIZIONE

COMPILA IL FORM DI ISCRIZIONE PER PARTECIPARE ALL'EVENTO

Ho letto e accetto la politica sulla privacy

INFORMAZIONI GENERALI

Adesione

L’adesione al Corso è gratuita, ma soggetta alla pre-iscrizione, include la partecipazione a tutte le sessioni scientifiche, badge, cartella congressuale, attestato di partecipazione, attestato ECM se conseguito.

Iscrizione

E’ possibile fare l’iscrizione on-line appena sarà presente il form oppure compilando la scheda di iscrizione da scaricare nella sezione Download, qui sotto riportati ed inviarla via fax allo 0541 1795045 o email: info@rivieracongressi.com.

E.C.M.

988 – 211970    N. 6 CREDITI 
Il Corso è stato accreditato per n. 100 partecipanti:

● MEDICO CHIRURGO
Discipline di: Gastroenterologia, Medici di Medicina Generale, Chirurgia Generale, Medicina Interna, Scienza dell’alimentazione e dietetica, Oncologia.

● INFERMIERE

Apertura Evento
08:30 - 09:25

08:30 Apertura Segreteria / Registrazione dei partecipanti

09:00 Saluti e Presentazione del Corso. - Marco Di Marco

09:10 Perché prevenire? - Fantini Maria Pia

09:25 Cosa sta succedendo? - Stefano Ferretti

1° Sessione
0940 - 11:25

Presidente : Franco Bazzoli
Moderatori:: Fabio Fornari, Mauro Giovanardi

UPDATE SULLE NEOPLASIE GASTROINTESTINALI.QUALI I PRECURSORI?
09:40 Neoplasie esofagee. - Helga Bertani

09:55 Neoplasie gastriche. - Rocco Maurizio Zagari

10:10 Neoplasie bilio-pancreatiche. - Romano Sassatelli

10:25 Neoplasie epatiche. - Fabio Piscaglia

10:40 Neoplasie colo-rettali. - Luigi Ricciardiello

10:55 Discussione.

Intervengono: Alessandro Casadei, Alberto Merighi, Alessandro Mussetto, Chiara Racchini

11:25 Coffee Break.

2° Sessione
11:40 - 13:40

Presidente : Giuliano Bedogni
Moderatori:: Rita Conigliaro, Gianluigi De Angelis

TECNICHE ED INDAGINI IN TEMA DI PREVENZIONE
11:40 Colorazioni e dissezione sottomucosa. - Paolo Cecinato

11:55 Ecoendoscopia vie biliari e pancreas. - Vincenzo Mirante

12:10 Ecoendoscopia esofago, stomaco, colon. - Carlo Fabbri

12:25 Colangioscopia. - Marco Di Marco

FARMACI

12:40 Mesalazina nella retto colite ulcerosa. - Antonio Salzetta

12:55 Aspirina ed acido Ursodesossicolico. - Riccardo Sollmando

13:10 Discussione.

Intervengono: Mario Brancaccio, Angelo De Padova, Raffaele Manta, Alessandro Pezzoli

13:40 Lunch.

3° Sessione
16:15 - 16:40

Presidente : Enrico Roda
Moderatori:: Vincenzo Cennamo, Omero Triassi

I VARI PUNTI DI VISTA
14:40 Lo screening del cancro colo-rettale in E.R.: a che punto siamo? - Giuliana Sereni

14:55 L'aspetto nutrizionale, i geni, il metabolismo e la prevenzione. - Antonio Moschetta

15:10 I programmi di screening delle neoplasie mammarie. - Claudio Zamagni

15:25 Come migliorare l'impatto sulla popolazione: la comunicazione. - Agenzia Esclama (fuori accreditamento ECM)

13:10 Discussione.

Intervengono: Valentina Boarino, Francesco Ferrara, Alessandra Pirazzoli, Daniela Valpiani

Conclusione Evento
16:15 - 16:40

16:15 Conclusione del Corso e considerazioni finali. - Marco Di Marco

16:40 Compilazione del questionario ECM.

Register Event Free


Dettagli Evento

Novotel
20 gennaio 2018 8:30
20 gennaio 2018 16:40